81HSE

campagna antinfluenzale 2021/22

Contatta un Consulente

Fonte: le risposte alle domande frequenti sono desunte prevalentemente dalle raccomandazioni di prevenzione e controllo dell’influenza per la stagione 2021-22 del Ministero della Salute

  • Qual è il periodo di in incubazione dell’influenza?
    Il periodo di incubazione dell’influenza stagionale è solitamente di 2 giorni, ma può variare da 1 a 4 giorni.
  • Rispetto ai sintomi, qual è la durata della contagiosità?
    Gli adulti possono diffondere l’influenza ad altri da 1 giorno prima dell’inizio dei sintomi a circa 5 giorni dopo l’inizio dei sintomi. Il periodo può essere più ampio per i bambini.
  • Qual è la pericolosità dell’influenza?
    In Italia l’influenza e la polmonite sono classificate tra le prime 10 principali cause di morte. Le sue complicanze possono essere pericolose soprattutto per i soggetti a rischio e specialmente (nel 90% dei casi in Europa) per soggetti di età superiore ai 65 anni, con condizioni cliniche croniche di base.
  • Quali sono le persone a maggior rischio di complicanze correlate all’influenza?
    Le persone più a rischio sono i bambini e gli adulti con malattie di base (es: ipertensione, diabete, HIV, asma e altre patologie croniche cardiache e polmonari), i pazienti residenti in strutture socio-sanitarie, le donne in gravidanza e alcune categorie professionali, quali operatori sanitari o lavoratori dei servizi essenziali. Per queste categorie la vaccinazione è fortemente raccomandata e offerta attivamente e gratuitamente dai Servizi Sanitari Regionali*.
  • Quali misure si possono adottare per prevenire l’influenza?
    Prevalentemente, è fondamentale una buona e frequente igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie. È inoltre indicata la vaccinazione per tutti i soggetti a partite dai 6 mesi di età, salvo coloro che abbiano specifiche controindicazioni.
  • Il vaccino antinfluenzale interferisce con altri vaccini? Il vaccino antinfluenzale non interferisce con la risposta immune ad altri vaccini inattivati o vivi attenuati. Tuttavia, è consigliabile un periodo di distanza tra i 15 e i 30 giorni tra la somministrazione di una tipologia di vaccino è una ulteriore.
  • Come e quando vengono resi disponibili i vaccini per l’inizio della campagna?
    Tutti i vaccini antinfluenzali disponibili in Italia sono autorizzati dall’ EMA e dall’AIFA, sulla base delle raccomandazioni che ogni febbraio dell’anno l’OMS dirama circa le composizioni dei vaccini per l’emisfero settentrionale. Vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di sars-cov-2 si raccomanda di anticipare la conduzione delle Campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre e offrire la vaccinazione in qualsiasi momento della stagione influenzale anche se i soggetti si presentassero in ritardo.
  • Entro quanto tempo compare la risposta immunitaria alla vaccinazione e quanto dura?
    La risposta immunitaria alla vaccinazione impiega circa due settimane per svilupparsi pienamente e ha una durata che varia dai 3 ai 6 mesi, ovvero sufficiente a coprire il periodo di manifestazione della influenza stagionale.

* anche per la stagione 2021 2022, a causa del permanere delle emergenze al covid-19, al fine di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggior rischio di malattia grave, la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata e può essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60 64 anni.

Contatta un Consulente

Compila il modulo per essere contattato da un nostro consulente

Grazie, il tuo messaggio è stato inviato.
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il tuo messaggio. Per favore riprova più tardi.